Rodolfo Valentino, (Castellaneta, 6 maggio 1895 – New York, 23 agosto 1926), detto "Rudy", è stato un attore e ballerino italiano naturalizzato statunitense.

 

Fu uno dei più grandi divi del cinema muto della sua epoca, noto anche per esser stato il sex symbol di quegli anni, tanto che gli fu dato l'appellativo di "Latin Lover". 

Sposato (e divorziato) due volte: con Jean Acker dal 5 novembre 1919 al 4 marzo 1923 e con Natacha Rambova dal 17 marzo 1923 al 19 gennaio 1926.

Rudy e Jean Acker hanno avuto uno dei matrimoni più brevi della storia delle celebrità: sei ore. Hanno litigato la notte stessa del matrimonio e si sono separati.

Ha lavorato come lavapiatti, taxi dancer e giardiniere.

Nel 1923 ha inciso due canzoni, "Kashmir Love Song" (da "Lo sceicco") e "El Relicario" (da "Sangue e arena").

Nel 1978 una parte di Irving Boulevard a Hollywood è stata ribattezzata "Rudolph Valentino Street".

Ha pubblicato un volume di poesia sentimentale dal titolo "Day Dreams" nel 1923. Il libro ha venduto centinaia di migliaia di copie. Nel 2010 è stato ristampato con una prefazione di Evelyn Zumaya.

E' in uno dei francobolli commemorativi che celebrano le star del cinema muto, emessi il 27 aprile 1994. Questa serie di francobolli hanno anche onorato Clara Bow, Charles Chaplin, Lon Chaney, John Gilbert, Zasu Pitts, Harold Lloyd, Theda Bara e Buster Keaton.

È stato votato il 32esimo Greatest Movie Star di tutti i tempi da Entertainment Weekly.

Gli Sheik Condoms, chiamati così per il film "Lo sceicco", hanno usato, per anni, la caratteristica sagoma di Valentino sulla confezione.

Un giornalista di Chicago lo soprannominò "piumino da cipria rosa".

E' morto il 23 agosto del 1926 in un ospedale di New York e ci furono due funerali, uno a New York e uno a Hollywood.

Molte donne furono colte da scene isteriche. Diverse si suicidarono dopo la sua morte.

 

Le sue spoglie si trovano all'Hollywood Forever Cemetery di Los Angeles.

 

Per molti anni l'anniversario del giorno della morte di Valentino, una donna misteriosa e vestita di nero, è stata visto posare una corona di fiori sulla tomba dell'attore. La sua identità non è mai stata rivelata.

 

È stato creato "The Rudolph Valentino Film Festival" in suo onore.

Nel 2009 è stata creata la Rudolph Valentino Society, per onorare la sua eredità.

RUDY VALENTINO